IL MIO BLOG

Qualche tempo fa ho ricevuto un regalo davvero speciale.
È un piccolo oggetto in ferro battuto laccato di una vernice color fucsia acceso, “guarda caso” il mio colore preferito. Raffigura la “M” simbolo dell’Ironman, la gara di triathlon estrema che prevede che gli atleti facciano 4 km a nuoto, 180 km in bicicletta e 42 km di corsa, tutto di seguito. Quest’oggetto ha un gancio in fondo e due piccoli buchi ai lati per i chiodi, perché va appeso al muro. E serve proprio a raccogliere le medaglie ottenute in questa disciplina.

Appena il mio straordinario amico Angelo mi ha dato questo regalo sono scoppiata a piangere. Il significato di questa M fucsia è così potente e magico per me che in confronto la bacchetta di Harry Potter è un inutile bastoncino di legno.
Perché quest’oggetto serve a coltivare un mio sogno.

Il mio obiettivo di portare a casa molte medaglie Ironman è noto, e all’interno di questa passione ho un obiettivo ancora più grande, un vero e proprio sogno che… beh per ora non vi svelerò ?

Ogni giorno mi alleno con costanza e dedizione per raggiungere questo scopo, e considerando il poco tempo che ho a disposizione a causa del mio lavoro e le mie condizioni di salute non sempre favorevoli, la sfida che già è grande di per sé diventa ancora più ambiziosa. Ecco perchè mantenere la motivazione costante è ancora più importante.

L’essere umano tende spesso a lasciarsi prendere troppo dalle urgenze della vita quotidiana al punto da dimenticare i propri sogni, ma, se dimenticati, i sogni appassiscono come piante lasciate senza acqua.
E invece i sogni vanno coltivati, perché sono i nostri sogni a dare colore, melodia, sapore alla nostra vita. E senza sogni la nostra esistenza diventa un’esperienza piatta, che non vale la pena vivere.

E allora dobbiamo evitare con ogni mezzo che i nostri desideri finiscano in un cassetto dove, dimenticati, faranno la muffa. Dobbiamo invece tenerli bene a mente, ricordando quanto sono importanti per noi, per la nostra felicità e, di riflesso, per la felicità delle persone che ci stanno attorno.

Per farlo possiamo usare ogni mezzo: immagini significative per noi, una scritta su un’agenda, un diario, un braccialetto, un tatuaggio, una M di metallo colorata, qualsiasi àncora va bene (chi ha studiato Programmazione Neuro Linguistica sa cosa vuol dire): l’importante è che questa cosa ci ricordi, ogni giorno, che è fondamentale annaffiare, nutrire, coltivare con amore il nostro straordinario sogno.

E quando finalmente questo sogno sboccerà, premierà la nostra dedizione nel prenderci cura di lui e ci restituirà molta, molta più gioia rispetto all’impegno che ci siamo presi per tenerlo in vita.

Vuoi altre strategie per coltivare e realizzare il tuo sogno?

Scrivimi un mail raccontandomi qual'è il tuo sogno e cosa ti ha impedito di raggiungerlo fin'ora. Ti suggerirò dove andarti a prendere gli strumenti mentali che ti servono!

@Contattami